Mindfulness Livello 2

mindfulnessMindfulness Livello 2 – Compassion Training

Per potersi iscrivere al Compassion training è necessario aver frequentato almeno tre moduli del Mindfulness Training. È un corso esclusivo della Mindfulness Association.

Per chi ha già una formazione in Mindfulness (MBCT, insegnanti di MBSR) è possibile accedere al Compassion Training integrando gli elementi chiave del Mindfulness Training della Mindfulness Association attraverso una dispensa e dei file audio di pratiche guidate. Scriveteci per ulteriori informazioni a : info@innersight.it

Conduttori: Elena Oselladore e Gaia Gottipavero

Modulo 1 – 24-25 novembre 2018

In questo modulo inizieremo a sviluppare una visione realistica sul training di compassione e a radicarci in un atteggiamento di accettazione dell’imperfezione umana. L’approccio è quello di Rob Nairn, accessibile e secolare, con il quale esploreremo  sia la prospettiva Buddhista che quella della psicologia Evoluzionista del Prof. Paul Gilbert. Il modello creato da Gilbert è particolarmente adatto per chiarire quali sono le basi scientifiche della compassione. Le neuroscienze hanno dimostrato che abbiamo tre sistemi emotivi principali, (minaccia, pulsione e appagamento) e il sistema di appagamento ci permette di accedere alla compassione. La ricerca rivela che la capacità di essere compassionevoli risiede nel cervello e siamo geneticamente predisposti a dare e a ricevere compassione. Ma dato che le tendenze abituali sono di minaccia (evitare i pericoli) e di pulsione ( ottenere ciò che vogliamo), serve un allenamento per stimolare il sistema rigenerante. La compassione non nasce da sola.

Esploreremo anche “la confusione compassionevole”, un concetto profondamente benefico espresso da Rob Nairn. Ci mostra come l’accettazione di noi stessi sia la base per l’autentica compassione. Impareremo da Cenresi, il Buddha della Compassione, che ci mostrerà come la compassione non sia un’ascesa verso qualcosa, ma una discesa verso la realtà confusa e complicata della nostra esperienza presente. È proprio qui che troveremo un’autentica, resiliente e potente compassione.

In questo primo modulo inizieremo a conoscere la il nostro “IO” compassionevole, a sentirne davvero le qualità che possono essere forza, gentilezza e saggezza attraverso pratiche di visualizzazione.

Impariamo ad entrare in contatto con l’auto-critica: la voce interiore che ci condanna in modo duro e insistente, trovando sempre qualcosa che non va in quello che facciamo o in come siamo. Ci permettiamo di guardare cosa c’è dietro questa auto-critica, che cosa la spinge, in modo da iniziare a coltivare compassione per questa parte di noi. Cosa succede se ci permettiamo di coltivare una voce interiore gentile e che ci supporta?

Per informazioni: info@innersight.it – 339/8250370 – 340/7052181

Sede del Corso: Centro di meditazione Kagyu Samye Dzong, Fondamenta dei Tolentini 180/A, Venezia

Per iscriverti clicca qui

Per informazioni complete sul corso clicca qui

Modulo 2: Lavorare sull’auto-critica – 16-17 febbraio 2019

Iniziamo a muoversi dalla Compassione verso noi stessi alla compassione verso gli altri. La compassione verso noi stessi rimane comunque la base della pratica, perché è quello che permette alla nostra pratica di essere autentica e genuina. In questo modulo ci concentreremo sulle quattro qualità illimitate: equanimità, Gentilezza, Compassione e Gioia. Queste qualità portano a un senso di equilibrio e di prospettiva che ci permettono di uscire dalle nostre preferenze ristrette generando amore e amicizia verso il nostro mondo interiore e verso il mondo esterno. Inoltre ci permettono di rispondere in modo appropriato al dolore e alla sofferenza, portandoci, allo stesso tempo, ad apprezzare le cose belle della nostra vita. verrà introdotta la pratica del Tonglen, attraverso la quale partecipiamo attivamente nella trasformazione della sofferenza che incontriamo nella nostra vita.

 

Modulo 3: Le quattro qualità illimitate – 30-31 marzo 2019

l punto cruciale non è imparare cos’è la compassione o fare le pratiche sulla compassione. Il punto fondamentale è come possiamo incarnare la compassione nella nostra vita, nel lavoro, nelle relazioni. In questo modulo vedremo come lavorare con i blocchi e esploreremo come integrare la compassione in tutto ciò che facciamo. Inoltre avremo l’opportunità di approfondire la pratica con la guida degli insegnanti e il supporto dei compagni di corso.

Conduttori:

Elena Oselladore counselor, Mindfulness Trainer e formatrice per la Mindfulness Association in Italia.  Si è formata nell’insegnamento di Mindfulness a Londra con Rob Nairn e la Mindfulness Association.  Pratica il buddhismo nella scuola Karma Kagyu del buddhismo tibetano ed è uno dei responsabili del centro di meditazione buddhista Kagyu Samye Dzong Venezia.

Gaia Gottipavero mindfulness trainer e formatrice della Mindfulness Association. Si è formata con Rob Nairn e la Mindfulness Association, per la quale è anche interprete per i percorsi formativi erogati in Italia e traduttrice ufficiale dei manuali in italiano. Pratica Buddhismo tibetano ed è uno dei responsabili del Centro Kagyu Samye Dzong di Venezia.